Non c’è nessuno ~ Tony Parsons

Le persone vengono qui con l’idea che se ascoltano le parole, se riescono a comprendere la natura di ciò che sono, possono realizzarla, ma non funziona perché la natura di ciò che siamo è totalmente oltre la comprensione. Infatti, è la comprensione che cade via prima che il chiaro vedere accade. Il chiaro vedere non ha niente a che vedere con la comprensione.

L’unica cosa che può accadere qui, in termini di comprensione, è il cadere delle idee che hai sull’illuminazione, su ciò che pensi di essere. Le idee possono andarsene e tu puoi rimanere senza idee, con nulla. E quando tu sei lasciato con nulla, ciò che emerge è Questo. Ciò che emerge è l’invito. Tutti i messaggi sensoriali che ricevi… toccare, odorare, vedere, sono l’amato che ti invita a vedere che c’è solo uno. E’ totalmente semplice e completamente immediato. Stai sedendo in ciò che sei. Infatti, tu sei ciò che è.

Non ha niente a che vedere con chi pensi di essere. Sei solo un personaggio in una recita. La recita non cambierà… nulla diventerà migliore o peggiore, ma ciò che emerge è il vedere. Il chiaro vedere è semplicemente vedere senza che ci sia nessuno lì.

Ogni volta che vediamo dal punto di vista dell’essere separato, non vediamo cosa c’è davvero lì; vediamo attraverso un velo. Da qualche parte stiamo ancora cercando di ottenere qualcosa da ciò che vediamo… guardiamo e vediamo per ottenere qualcosa indietro. Nel chiaro vedere non c’è nessuno lì che voglia qualcosa, e quindi ciò che è visto è la realtà. La realtà che c’è solo uno.

Non puoi gettare via ‘te’. Non c’è nessuno lì… non c’è mai stato nessuno lì che poteva gettare o scegliere alcunché, quindi non c’è niente che possa essere fatto. Ma c’è qualcosa, proprio dietro di te, che guarda a te che siede qui che mi guardi. Ciò che è visto è il personaggio che non ha mai avuto bisogno di diventare migliore, che è totalmente e assolutamente perfetto nella recita. Non ha bisogno di cambiare affinché la chiarezza accada; non può cambiare. Non c’è la questione di te che devi cambiare per far accadere la liberazione. La liberazione non ha niente a che vedere con te.

Tutti quelli nel mondo in cui il risveglio non è accaduto si sentono alienati. Che ci sia una guerra in corso, o che tu viva in una bellissima casa… ogni volta che c’è il senso di separazione, c’è qualcosa che manca. Dopo il risveglio quella apparente storia di vita continua ancora ma l’identificazione con essa è totalmente svanita. Tuttavia, la difficoltà con la mente è che tende a personalizzare il risveglio. Uno non ha niente a che vedere con alcunché e abbraccia totalmente tutto ciò che appare, incluso l’ego, la credenza il sapere. La liberazione non nega nulla. La conoscenza e l’ego sono Uno che fa la conoscenza, Uno che fa l’ego. Tutto ciò è la danza che accade. E’ tutto uno che gioca a fare il due.

Tony Parsons 2

Tony Parsons, estratti da un incontro ad Amsterdam

Ai sensi della legge D. Lgs 196/2003 e s.m (meglio noto come "Codice in materia di protezione dei dati personali"); autorizzo al trattamento dei miei dati personali contenuti nel presente form.

Acconsento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *