Questo è il mistero che non può essere conosciuto ~ Tony Parsons

Teresa: Quindi Tony, tu parli sempre di aver perso la sensazione di essere una persona separata, che cosa significa questo esattamente?

Tony: Non c’è nessuno che perde di essere una persona separata. E’ che l’illusione di essere una persona separata non c’è più. Ma non c’è qualcosa che sa questo. Non c’è consapevolezza di questo. E’ la fine di ciò che conosce o è consapevole di qualcos’altro presente nella realtà. E’ la fine di qualunque cosa che riconoscerebbe l’idea di non essere più un “me”. Alcuni confondono questo messaggio con l’idea di dover imparare come non essere un “me”. Ma non è niente di tutto questo. E’ il venir meno di un’energia illusoria. E non può essere descritto.

Teresa: C’è qualcosa che si può fare per perdere questa sensazione?

Tony: No, non c’è niente che puoi fare perché non c’è nessuno lì. Liberazione è la realizzazione che non c’è nessuno e niente da cui liberarsi. Quindi non c’è mai stato qualcuno lì che avrebbe mai potuto fare qualcosa sull’essere liberato.

Teresa: Ascolto questo messaggio da anni ormai e ho anche assistito ai tuoi incontri. Quando ascolto questo penso sempre: Ok mi piace molto, ma non lo ottengo!

Tony: E non lo otterrai mai. Il ricercatore, o il “me” o il “sé” non otterrà mai questo. Perché il ricercatore vive in una sua realtà illusoria, come una realtà sognata, e non può assolutamente comprendere questo messaggio. Fra poco andremo all’incontro, e ci saranno circa 60 persone. E ogni volta che c’è un “me” nel corpo, o un “sé”, non sentirà questo messaggio. Qualcos’altro accade nell’incontro, ha che vedere con la risonanza che è oltre il “sé”. Il “me” non ottiene mai questo. Non c’è niente là per “me”.

Teresa: Quando partecipo agli incontri ho questa sensazione che io non lo ottengo.

Tony: No è esattamente così.

Teresa: Allora penso, che vado a fare agli incontri?

Tony: Tu vieni, le persone vengono agli incontri, per ottenere qualcosa. Ed è possibile che possano andare via realizzando o almeno capendo che non c’è niente da ottenere. Non c’è niente da ottenere.

Teresa: Questa dovrebbe essere una buona conclusione.

Tony: Potrebbe essere, tranne che le persone vanno via comprendendo che non c’è niente da ottenere ma poiché sono ancora dentro l’energia illusoria di essere separati, essi cercheranno ancora. Finché questo muore, questa è la morte la fine di un’energia illusoria. E fino a quando quest’energia non muore, ci sarà sempre il cercare. Quindi anche se qualcuno potesse capire che non troverà mai ciò che sta cercando, continuerà a cercare. Non può fermarsi. La natura del “me”, del “sé” è solamente cercare. Il “me” ha perso casa, quindi “me” può solo cercare casa. Quindi questa è un’energia che continuerà sempre a cercareSi, è una energia contratta che sembra aver perso qualcosa, sembra di essere persa nel suo stesso sogno, in cui ogni cosa che sorge è separata e insoddisfacente. Quindi c’è un costante cercare nel “me”, nel “sé”, per tornare a casa. Ma il “me”, il “sé”, non può tornare a casa. Finché il “me”, il “sé”, non muore, continuerà ancora a cercare.

Teresa: Quindi se hai perso questa sensazione di essere una persona separata, questa energia contratta è arrivata alla fine, in che modo ti senti diverso?

Tony: Non c’è nessuno rimasto. Liberazione è la fine di ciò che fa esperienza della vita o che pensa che la vita stia accadendo. E’ la fine di tutto ciò che potrebbe conoscere qualunque cosa anche in termini di sapere che non c’è un sé. E’ la fine di una illusione. E quello che rimane è indescrivibile. Non può essere descritto ciò che rimane. Ma non c’è nessuno in esso. Non c’è nessuno che ha questo, E’ solo ciò che è. Quindi le parole più accurate per questo, è che ciò che rimane è ciò che è e non è. E’ un mistero. E’ il mistero che ognuno ha cercato e parlato da migliaia di anni. Ma è il mistero che non può essere conosciuto.

Tony Parsons 4

Tony Parsons, trascrizione di una parte dell’intervista di Teresa Arrieta, Vienna 2014

Ai sensi della legge D. Lgs 196/2003 e s.m (meglio noto come "Codice in materia di protezione dei dati personali"); autorizzo al trattamento dei miei dati personali contenuti nel presente form.

Acconsento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *