Sempre ~ Avasa

Quando parli, tu sei quel parlare.
Quando ascolti, anche quell’ascoltare sei tu.
Così è stato per tutto il tempo,
Non c’era e non c’è nessun altro se non te stesso.
Non c’è nessun altro con cui condividere
e questo è il bello, questa è la chiave
che sblocca la mente che prova a vedere.
La verità è che l’Io è sempre vuoto, solo,
è lì che aspetta quel momento in cui si rivela a se stesso,
sapendo che non c’è nient’altro se non se stesso.
Quando questo accade, la ricerca finisce.
Tutto fluisce senza preoccupazioni
nel momento in cui mi dico che non c’è niente da condividere
e nessuno con cui condividere.
Questo niente cambia continuamente e si trasforma,
fino a che alla fine si confonde con un unico osservatore
che dissolve tutto in Uno.
E non lascia memoria, non lascia traccia
di quell’Uno benché a lungo immaginato come se avesse un volto.
E’ come se tutto fosse da sempre e per sempre un atto di grazia.

Avasa

Avasa

Ai sensi della legge D. Lgs 196/2003 e s.m (meglio noto come "Codice in materia di protezione dei dati personali"); autorizzo al trattamento dei miei dati personali contenuti nel presente form.

Acconsento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *